In che modo la digitalizzazione sta cambiando l'ingegneria meccanica? E quali sono le innovazioni nell'ambito della tecnologia di rettifica? Tutti questi temi saranno discussi durante i seminari che si svolgeranno nel quadro del Grinding Symposium.

Interessanti relazioni sui temi di cui ci occupiamo attualmente sono da sempre parte integrante del Grinding Symposium. L'evento ha già visto la partecipazione di molti celebri esperti nell'ambito delle questioni sociali, dell'economia, della digitalizzazione e dell'ingegneria meccanica e anche quest'anno vi attendono relatori di alto profilo.

Le presentazioni si svolgono in tedesco o in inglese e vengono tradotte simultaneamente in inglese, tedesco, francese e italiano.

Mercoledì 8 maggio 2019, a partire dalle ore 14.00

DOTT. DAVID BOSSHART

Uomo e macchina – come si completano al meglio?

Dobbiamo iniziare a pensare per ecosistemi e non più per settori. La digitalizzazione e l’intelligenza artificiale, il cloud e la IoT creano modelli di cambiamento coerenti che interessano tutti. Nella competizione con la macchina, l’uomo ha ancora qualche vantaggio grazie alle proprie capacità cognitive e alle sue abilità legate alla meccanica di precisione. Si parla persino di un ritorno al lavoro manuale. Il cambiamento potrà essere guidato da aziende nuove o già affermate, è ancora tutto da vedere. In ogni caso, la componente umana è decisiva, perché poter contare su una gestione valida fa una gran differenza. Noi tutti dipendiamo dall’interazione tra quoziente di intelligenza umana, artificiale ed emotiva

Ildott. David Bosshart è Amministratore Delegato del Gottlieb Duttweiler Instituts für Wirtschaft und Gesellschaft. Dopo il dottorato in filosofia, si è specializzato nei seguenti temi: il futuro dei consumi, il cambiamento sociale, la digitalizzazione e, in particolare, il rapporto uomo-macchina

CHRISTOPH PLÜSS

UNITED GRINDING Digital Solution™ – Il vantaggio per il cliente

La digitalizzazione nel campo delle macchine utensili è una questione generazionale, piuttosto che un tema tecnologico. In futuro, le moderne macchine utensili presenteranno caratteristiche distintive sempre più legate al comando e alla manovra di tipo intuitivo. Il principale obiettivo della digitalizzazione è ottenere ottimizzazioni automatiche sulla base dei dati raccolti e identificare correlazioni e modelli attraverso un’analisi sofisticata dei dati. Il successo dei clienti è e rimane la forza trainante del Gruppo UNITED GRINDING, anche nell'era digitale.

Christoph Plüss è Chief Technology Officer del Gruppo UNITED GRINDING. Lavora per il Gruppo dal 2009 ed è stato precedentemente Direttore del reparto di Ricerca e Sviluppo e CTO (Chief Technology Officer) di EWAG.

DOTT. SEBASTIAN RISI

Intelligenza artificiale – verso macchine capaci di adattarsi in modo continuo

Basandosi sui principi dell’intelligenza artificiale, della robotica e della biologia, è possibile creare nuove generazioni di macchine i cui corpi e cervelli artificiali non si limitino all’esecuzione di un solo compito specifico, ma che al contrario possano evolversi per svolgere una serie di attività all’interno di un mutevole ambiente reale. Gli agenti intelligenti basati sull'apprendimento permanente (lifelong learning), ad esempio nell'ambito della guida autonoma, miglioreranno costantemente le proprie prestazioni, aggiornando le proprie conoscenze in modo indipendente. Saranno in grado di adattarsi rapidamente a condizioni impreviste e acquisiranno e consolideranno nuove competenze senza dimenticare quelle già possedute. Potenzialmente l’intelligenza artificiale potrebbe rivoluzionare del tutto diversi settori industriali, sostituendo al tradizionale approccio “progettazione e implementazione” il nuovo approccio evolutivo iterativo “progettazione, implementazione e adattamento”.

IlDott. Sebastian Risi è professore associato presso la IT University of Copenhagen, Danimarca

Giovedì 9 maggio 2019, a partire dalle ore 09.30

PROF. DOTT. THOMAS BERGS

Controllo dei processi basato su sistemi di assistenza nella tecnologia di rettifica

Sviluppi attuali come il "customizing" o i motori di nuova concezione realizzati nel settore automobilistico, richiedono una gestione agile dei processi, che può essere ottenuta ricorrendo a sistemi di assistenza durante la produzione. A tale scopo, è necessaria una solida conoscenza del processo basata su dati fisici. Per acquisire tale conoscenza, sono necessari i cosiddetti "gemelli digitali". I gemelli digitali sono immagini basate su dati di componenti, utensili e macchine reali, che esistono per l'intero periodo di vita dell'oggetto reale. Essi generano grandi volumi di dati che possono essere analizzati con tecniche di intelligenza artificiale, per individuare tendenze e modelli ancora sconosciuti e semplificare i controlli di qualità.

L'ingegnere Thomas Bergs è titolare della cattedra per la Tecnologia dei processi di produzione presso il Laboratorio per le macchine utensili (WZL) dell'Università Tecnica (RWTH) di Aquisgrana

ROMAN RUDOLF / THOMAS SCHENK

WireDress® nella pratica (esempi pratici ed esperienze)

Materiali duri difficili da lavorare e standard qualitativi sempre più elevati impongono requisiti sempre maggiori in termini di sicurezza dei processi produttivi. Ottimizzando la stabilità di forma del legante è possibile sagomare praticamente tutti i profili con precisione e tolleranze nell’ordine di μm. Altri fattori importanti che consentono di produrre con una tolleranza di riproducibilità assoluta inferiore a 1 micrometro sono: un ambiente totalmente climatizzato, carico e scarico automatici, una strumentazione specifica, la più moderna tecnologia di misurazione, un sistema di raffreddamento efficiente e, naturalmente, personale ben addestrato e motivato.

Roman Rudolf è Direttore del reparto Vendite e assistenza, Thomas Schenk è Direttore del reparto Produzione, entrambi presso FISCHER AG. L'azienda di Herzogenbuchsee, Svizzera, produce sistemi rotanti come mandrini di precisione, compressori elettrici e teste di fresatura

DOTT. STEFAN BOHR

Rettifica ad alte prestazioni... sviluppo rapido di diverse tecnologie

Parametri come la velocità di taglio e la granulazione della mola sono fattori decisivi per l'efficienza dei processi di rettifica. Una maggiore velocità di taglio, abbinata a un'adeguata specifica della mola, comporta una migliore prestazione in termini di rettifica, ma anche un aumento del calore. Anche la direzione di rettifica (senso di rotazione uguale o contrario al mandrino) è un fattore importante per il processo di truciolatura. Un'impostazione adeguata del processo di rettifica risulta dall'analisi del processo di truciolatura, tenendo conto delle caratteristiche dei grani.

IlDott. Stefan Bohr ricopre la posizione di Director Application Engineering & OEM Management presso Saint-Gobain Abrasives, produttore di abrasivi operante a livello globale

ING. ECKHARD HOHWIELER

Potenzialità e applicazioni per l'apprendimento automatico nell'industria manifatturiera

Attraverso il Condition Monitoring dei componenti critici e gli interventi di manutenzione specifici è possibile evitare guasti improvvisi delle macchine e aumentare la disponibilità degli impianti. L'intelligenza artificiale fornisce algoritmi e metodi per elaborare efficientemente i dati di processo e interpretarli in modo vantaggioso. I gemelli digitali forniscono tutti i dati relativi al processo di creazione dei prodotti e li rendono accessibili tramite le tecnologie della realtà virtuale. Per garantire una lavorazione efficiente, i sistemi di produzione devono monitorare lo stato di usura dei componenti rilevanti per il funzionamento e adattare il loro comportamento alle circostanze.

L'ingegnere Eckhard Hohwieler è Direttore di reparto presso l'Istituto Fraunhofer per gli impianti di produzione e le tecnologie di costruzione (IPK) di Berlino

PROF. DOTT. KONRAD WEGENER

Visione e sviluppi nella tecnologia delle rettificatrici

Non è possibile concepire le tecnologie del futuro quali l'ottica, l'elettronica, ma anche la classica ingegneria meccanica, senza la tecnologia di rettifica. Temi quali Industria 4.0, intelligenza artificiale e trasformazione biologica, sono oggi le principali linee attraverso le quali si sviluppa la tecnologia di produzione. In generale, si tratta di un'ulteriore intensificazione dell'automazione. In futuro, l'intelligenza artificiale troverà importanti applicazioni anche nell'ambito dell’assistenza, intesa come manutenzione predittiva o valutativa, e in termini di aumento della precisione tramite algoritmi di compensazione ad autoapprendimento. Il futuro vedrà una collaborazione più intensa tra produttori e utenti di macchine, che richiederà la tutela dei reciproci interessi di sicurezza e riservatezza.

IlProf. Konrad Wegener è Direttore dell'Istituto per le macchine utensili e la produzione (IWF) presso l'ETH di Zurigo

DOTT. MARKUS WEISS

Utensili di rettifica adattati al processo e substrati innovativi

Solo grazie alla combinazione ottimale di macchina utensile, lubrorefrigerante, processo di condizionamento, parametri di processo e utensile di rettifica è possibile ottenere alti tassi di asportazione, produttività elevata e pezzi di alta qualità. Le caratteristiche geometriche e meccaniche dei grani abrasivi influiscono in modo determinante sui meccanismi di formazione dei trucioli e quindi sulla forza di lavorazione e sull'usura. La vibrazione e lo smorzamento della mola dipendono dalla forma, dal materiale e dalle caratteristiche meccaniche e dinamiche del corpo portante della mola stessa.

L'ingegnere Markus Weiß è Direttore del reparto Tecnologia di rettifica presso TYROLIT Schleifmittelwerke Swarovski KG

PROF. DOTT. CARSTEN HEINZEL

Condizioni di alimentazione del lubrorefrigerante come fattore chiave per l’efficienza dei processi, l’efficienza energetica e gli effetti sulle zone marginali durante la rettifica

Un’adeguata alimentazione di lubrorefrigerante al meato di rettifica migliora notevolmente le condizioni di lavorazione. Il carico termomeccanico del pezzo può essere ridotto e l'efficienza del processo aumenta senza influire negativamente sulla zona marginale del pezzo. Gli ugelli a flusso ottimizzato e il minor volume di lubrorefrigerante impiegato riducono il consumo di energia e consentono di realizzare impianti di lubrorefrigerazione di dimensioni più piccole, per aumentare significativamente la redditività del processo di rettifica. Esempi pratici mostrano un potenziale incremento del 20-30%.

L'ingegnere Carsten Heinzel è vicedirettore del Dipartimento di Tecnologie della produzione dell’Istituto Leibniz per le tecnologie orientate ai materiali (IWT) e professore onorario presso l’Università di Brema

MARC BLASER

Come migliorare la redditività della propria azienda in modo certo e duraturo grazie all'utensile liquido!

Purtroppo, l’impatto del lubrorefrigerante sui costi di produzione è un fatto regolarmente ignorato nella realtà. Il risparmio ottenuto grazie a una maggiore produttività e a una migliore qualità della lavorazione corrisponde a un multiplo del capitale investito in lubrorefrigeranti e oli di rettifica. Al fine di verificare tale affermazione, viene condotta un'analisi di un caso concreto tenendo conto di tutti gli aspetti rilevanti relativi alle macchine, al processo, al pezzo e ai materiali. Il risparmio è quindi maggiore se si utilizza una macchina potente, stabile e sottoposta a un'adeguata manutenzione.

Marc Blaser è Amministratore Delegato di Blaser Swisslube AG, azienda a conduzione familiare produttrice di lubrorefrigeranti, attiva sul mercato internazionale da ben tre generazioni

Venerdì 10 maggio 2019, a partire dalle ore 09.30

PROF. DOTT. WILFRIED SAXLER

Prevenzione delle bruciature da rettifica e degli intasamenti grazie all’alimentazione mirata di lubrorefrigerante

Per una gestione efficiente del processo di rettifica è necessaria un’alimentazione mirata di lubrorefrigerante. I lubrorefrigeranti assolvono a diverse funzioni, in particolare al raffreddamento e alla lubrificazione del meato di rettifica e della zona di contatto. Di conseguenza, è molto importante utilizzare la giusta quantità di lubrorefrigerante: un volume eccessivo causa perdite di attrito nel punto attivo, un volume scarso comporta il rischio di danno termico della zona marginale.

IlProf. Wilfried Saxler è Direttore dell’Istituto per le tecnologie degli utensili e della produzione presso la Rheinische Fachhochschule di Colonia

WOLFGANG VÖTSCH

Tendenze nello sviluppo degli utensili e attuazione delle stesse

I requisiti in materia di protezione del clima influiscono sullo sviluppo degli utensili da taglio. Sono necessari cambiamenti progettuali e nuove strategie di lavorazione. Per la lavorazione di componenti leggeri in leghe di alluminio-litio bisogna ricorrere a frese speciali con velocità di taglio molto elevate. I gruppi di materiali come ISO M, difficili da truciolare, possono essere lavorati in modo efficiente grazie alla fresatura dinamica, che è anche in grado di garantire la stabilità del processo. L'analisi in tempo reale dei dati della macchina consente di ridurre i tempi di lavorazione per pezzo e aumenta l’affidabilità del processo e la durata della macchina.

Wolfgang Vötsch è Senior Product Manager, Fresatura presso Walter AG

DOTT. CLAUS DOLD / JAN VAN FRANKENHUYZEN

Think Laser! su utensili e geometrie 3D

La produzione di utensili a spirale in materiale pieno su una macchina per la lavorazione laser consente di realizzare in modo autonomo singole geometrie del pezzo. Nell’ambito di uno studio congiunto, è stata sviluppata una applicazione cliente della ditta van Frankenhuyzen B.V. La cella di automazione della macchina è dotata di un cuscinetto con pezzi grezzi di diverso diametro. Il cliente può configurare e ordinare qualsiasi utensile tramite il webshop. Ciò consente una produzione automatizzata in piccole serie fino al pezzo unico.

IlDott. Claus Dold è Responsabile dell’innovazione dei processi e dello sviluppo di nuovi processi di lavorazione e applicazioni per Ewag AG
Jan van Frankenhuyzen è proprietario della ditta van Frankenhuyzen B.V. di Lexmond, Olanda, azienda produttrice di utensili di alta qualità in piccole serie

ACHIM KOPP

Il cambiamento come chiave del successo: alta tecnologia e passione per soddisfare i massimi requisiti di qualità e assistenza nel campo degli utensili

L’alta tecnologia e la passione non sono sufficienti per soddisfare le esigenze in rapida evoluzione del settore degli utensili. Da una parte è necessaria un'interazione tra tecnologia e processi, dall'altra deve crearsi una sinergia tra le persone, ovvero tra dirigenti, dipendenti, clienti e partner commerciali. Quanto più questi fattori sono interconnessi tra loro, tanto migliore è l’interazione tra alta tecnologia e passione e tanto più si può realizzare un cambiamento positivo.

Achim Kopp è Amministratore Delegato di Kopp Schleiftechnik, un’azienda produttrice di utensili da taglio per la fresatura e la perforazione di metalli e materiali plastici

Homepage
Global Group
it Change Language